Questo sito contribuisce alla audience di

Vergennes, Charles Gravier, cónte di-

uomo politico francese (Digione 1717-Versailles 1787). Ambasciatore a Costantinopoli (1750-68), non appoggiò la politica antirussa di E. Choiseul per cui fu esonerato. Tornò in auge dopo la caduta di Choiseul (1770): fu ambasciatore a Stoccolma e poi (1774) ministro degli Esteri. Assicuratosi l'appoggio della Spagna in funzione antibritannica, appoggiò la rivolta delle colonie americane e fu uno dei protagonisti del Trattato di Parigi (1783) che riconosceva l'indipendenza degli Stati Uniti.

Media


Non sono presenti media correlati