Questo sito contribuisce alla audience di

Vesaas, Tarjei

scrittore norvegese (Vinjee, Telemark, 1897-Oslo 1970). Scrittore in Landsmål, esordì nel 1923 con La preghiera dell'uomo, cui seguirono altri romanzi e alcune opere teatrali piuttosto deboli. Elementi romantici e lirici prevalgono nelle prime opere: I cavalli neri (1928), Il viaggio del padre (1930). Ruppe col lirismo con Il seme (1940) e La casa nel buio (1945), drammatica testimonianza dell'occupazione nazista. La composizione semplice, le immagini stilizzate e il linguaggio simbolico caratterizzano le opere successive, in cui gli elementi realistici sono sostituiti da elementi psicologici. Si ricordano Notte di primavera (1954), Gli uccelli (1957), L'incendio (1961), Il palazzo di ghiaccio (1963), uno dei suoi romanzi più poetici, e La barca nella notte (1968), a sfondo autobiografico.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti