Questo sito contribuisce alla audience di

Viènna, insurrezione di-

moto scoppiato nel 1848 in seguito alla repressione con cui il governo di Vienna rispose alle richieste di riforma liberale avanzate da borghesi, operai e studenti. I tumulti provocarono le dimissioni di K. L. Metternich e l'istituzione di un governo liberale. Furono formate una Guardia nazionale e una Legione accademica di 4000 studenti. Queste forze respinsero la Costituzione moderata e censitaria promulgata dall'imperatore; venne riunita invece una Assemblea costituente che, pur divisa al suo interno da conflitti di classe, avviò in pochi mesi l'abolizione giuridica del regime feudale. Le repressioni condotte da Windischgraetz e Jellacic in Boemia, Croazia e Ungheria scatenarono un nuovo moto insurrezionale in ottobre, che culminò nell'uccisione del ministro della Guerra e nella fuga della corte a Olmütz. Il bombardamento della città da parte di Windischgraetz pose termine definitivamente ai moti il 31 ottobre.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti