Questo sito contribuisce alla audience di

Vicentino, Nicòla

teorico e compositore italiano (Vicenza 1511-Milano 1572/76). Sacerdote, fu allievo di A. Willaert. Fu poi attivo a Ferrara e a Roma, al servizio della casa d'Este, maestro di cappella a Vicenza (1563-65) e (dal 1570) rettore a S. Tommaso, a Milano. Sostenitore della possibilità di applicare alcuni principi teorici della musica greca all'esperienza musicale del tempo, espose le sue teorie nel trattato L'antica musica ridotta alla moderna prattica (1555); favorì la costruzione di strumenti (quali l'archicembalo e l'archiorgano) accordati secondo la scala pitagorica e applicò le sue teorie anche alla propria opera compositiva, comprendente quattro libri di mottetti e cinque libri di madrigali a cinque voci.

Media


Non sono presenti media correlati