Questo sito contribuisce alla audience di

Viscónti, Ottóne

arcivescovo e signore di Milano (? 1207-Chiaravalle 1295). Figlio di Uberto, fu creato arcivescovo di Milano nel 1262 da papa Urbano IV. Impedito dai Torriani di prendere possesso della sua carica, visse molti anni in esilio fino a quando non poté, con un fortunato colpo di mano, sbaragliare Napo della Torre a Desio (1277) facendolo prigioniero. Entrato vittorioso a Milano, unì ben presto, con l'aiuto del marchese del Monferrato, il potere civile a quello religioso. Nel 1287 lasciò la direzione degli affari laici al pronipote Matteo I.

Media


Non sono presenti media correlati