Questo sito contribuisce alla audience di

Visogliano

riparo vicino a Duino-Aurisina (Friuli-Venezia Giulia) scavato da C. Tozzi. L'importante serie stratigrafica esposta è riferita alla porzione centrale del Pleistocene medio ed è costituita da una ricca serie di livelli, alcuni dei quali con testimonianze di frequentazione antropica. Nella breccia che poggia sui depositi più antichi, a una fauna prevalentemente di cervidi sono associati industria su scheggia e resti umani, costituiti da un premolare e da un'emimandibola destra frammentaria, attribuiti a Homo erectus. Nel riempimento del riparo A, distinto dalla breccia, sono state rinvenute faune (cervo, capriolo, daino, rinoceronte di Merck e cavallo) associate a industria su scheggia con rari manufatti su ciottolo, generalmente in selce e in roccia vulcanica. Le industrie (livelli 40-41 del riparo e della breccia) presentano caratteri piuttosto arcaici: frequenza di choppers e chopping-tools, scarsi manufatti su scheggia, qualche bifacciale amigdaloide; il complesso dei livelli 39-37 è stato accostato alla facies di Isernia; quello più recente, rinvenuto nei tagli superiori, è riferito a una facies del Tayaziano.

Media


Non sono presenti media correlati