Questo sito contribuisce alla audience di

Vitèlli, Giròlamo

filologo e papirologo italiano (Santa Croce del Sannio 1849-Spotorno 1935). Insegnò lingua greca e latina, poi letteratura greca all'Istituto di studi superiori di Firenze. Dimostrò la falsità delle carte di Arborea (1870) e scrisse saggi esemplari sull'Elettra (1880) e sull'Ifigenia in Aulide (1888). Dopo studi di paleografia (Spicilegio fiorentino, 1884-90), si dedicò alla papirologia, fornendo contributi fondamentali alla conoscenza dell'Egitto ellenistico e romano. Nell'ultimo periodo ritornò allo studio della letteratura greca e pubblicò numerosi frammenti di poeti greci, da Eschilo a Callimaco, e delle Istituzioni di Gaio. Fu senatore del regno.

Media


Non sono presenti media correlati