Questo sito contribuisce alla audience di

Vittóne, Bernardo Antònio

architetto italiano (Torino 1705-1770). Formatosi a Roma, fu però sempre attivo a Torino e in Piemonte, concludendo la felice stagione del barocco piemontese. Legato particolarmente alla poetica del Guarini – di cui nel 1737 pubblicò il trattato dell'Architettura civile –, come appare evidente nelle prime opere (Santuario del Vallinotto, 1738-39; chiesa di S. Luigi a Costeranzo), utilizzò originalmente il lessico del maestro con sottili e personali variazioni e un uso sensibilissimo dei valori luminosi. Oltre a numerose opere civili e religiose (tra le più note le chiese di S. Bernardino a Chieri, 1740-44, e di S. Chiara a Bra, 1742), sono da ricordare le numerose parrocchiali di centri minori (Grignasco, Borgomasino, Riva di Chieri, Borgo d'Ale) che elaborano in continue e felici variazioni il tema della pianta centrale.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti