Questo sito contribuisce alla audience di

Vittorino, Gàio Màrio

(latino Caíus Maríus Victorīnus). Retore romano (Africa Proconsolare fine sec. III-dopo il 363). Neoplatonico, convertito al cristianesimo in età avanzata, con le sue traduzioni dal greco fece conoscere alla cultura latina la logica di Aristotele e il pensiero di Plotino e di Porfirio; lasciò commenti a Cicerone e il primo commento latino alle lettere di San Paolo, anticipando alcune tesi sulla predestinazione e la grazia che saranno di Sant'Agostino.

Media


Non sono presenti media correlati