Questo sito contribuisce alla audience di

Vlaminck, Maurice de-

pittore francese (Parigi 1876-Rueil-la-Gadelière 1958). Il sodalizio con A. Derain iniziato nel 1900 fu determinante per gli sviluppi artistici di Vlaminck, che si affermò tra le più forti personalità del gruppo dei fauves con una pittura a violenti toni puri (Il ponte di Chatou, Soleure, collezione privata; Paesaggio con alberi rossi, 1906, Parigi, Musée d'Art Moderne). Trascorsa la stagione fauve, l'artista si accostò alla costruzione pittorica di P. Cézanne (Autoritratto, 1912), passando poi a interessi comuni della ricerca contemporanea (H. Rousseau e l'arte negra) fino ad assimilare aspetti del cubismo; più tardi, dopo il 1925, l'artista operò in solitudine, evolvendo la sua pittura verso una figurazione realistica a forti accenti espressionistici (Strada sotto la neve, 1940). Svolse anche un'assidua attività letteraria: tra i suoi scritti si ricordano Le ventre ouvert (1937), Portrait avant décès (1943) e Tête tournée (1956).

Media

Maurice de Vlaminck.