Questo sito contribuisce alla audience di

Waller, Edmund

poeta inglese (Amersham 1606-Beaconsfield 1687). Di ricca famiglia, membro del Parlamento, partecipò attivamente alla politica del suo tempo, militando prima nelle file puritane, passando poi dalla parte dei sostenitori di Carlo I (nel 1643 fu a capo di un complotto che doveva consegnare Londra nelle mani del re: scoperto, fu costretto a passare alcuni anni in esilio in Francia). Graziato da O. Cromwell ne scrisse il panegirico, ma alla Restaurazione appoggiò Carlo II, ottenendo di nuovo un seggio in Parlamento. Fu uno dei poeti maggiormente ammirati nell'età augustea, di cui anticipò – come riconobbe J. Dryden – maniere e dettami poetici in composizioni caratterizzate da eleganza di forme e levigatezza di stile. Autore di uno dei primi poemetti in distici eroici della letteratura inglese – His Majesty's Escape at St. Andere (1625; Lo scampato pericolo di Sua Maestà a Santander) – scrisse soprattutto poesie d'occasione (molte delle quali in lode di Sacharissa, come chiamò Lady Dorothy Sidney, di cui fu a lungo innamorato), tra cui si ricordano On a Girdle (Sulla cintura), Old Age (Vecchiaia), Go, Lovely Rose (Va, rosa leggiadra).