Questo sito contribuisce alla audience di

Wallis, John

matematico inglese (Ashford 1616-Oxford 1703). Iniziato alla carriera ecclesiastica nel 1640, fece parte del gruppo di scienziati che, durante il sec. XVII, ispirò il nuovo corso del movimento scientifico inglese, culminato nella fondazione (1660) della Royal Society. Wallis acquistò notorietà durante le guerre civili inglesi, per aver decifrato dei dispacci segreti di partigiani realisti caduti in mano dei parlamentaristi. I suoi studi di matematica furono dedicati a sviluppare i procedimenti infinitistici introdotti da B. Cavalieri per risolvere problemi di quadrature, dando a essi una formulazione puramente aritmetica. Fra le sue opere, l'Arithmetica Infinitorum (1655) diede a I. Newton lo spunto per enunciare il teorema del binomio; nella medesima opera diede una delle prime espressioni esatte di π come prodotto infinito:

Nel Treatise on Algebra (1685) impostò la teoria delle equazioni e rappresentò per la prima volta graficamente i numeri immaginari.