Questo sito contribuisce alla audience di

Weismann, August

biologo tedesco (Francoforte sul Meno 1834-Friburgo in Brisgovia 1914). Docente di zoologia all'Università di Friburgo, convinto evoluzionista, è considerato il caposcuola del neodarwinismo. Negò nel modo più tassativo la possibilità di trasmissione ereditaria dei caratteri acquisiti, per cui formulò una teoria sulla continuità del plasma germinale, secondo la quale le cellule germinali costituiscono, di fatto, una linea potenzialmente immortale che prosegue di generazione in generazione, in contrapposizione alla caducità delle cellule somatiche che si rinnovano a ogni generazione. Questi suoi studi insieme ad altre ricerche sull'ereditarietà hanno offerto valide basi allo sviluppo della moderna genetica.