Questo sito contribuisce alla audience di

Wellman, William A.

(Augustus). Regista cinematografico statunitense (Brookline, Massachusetts, 1896-Los Angeles 1975). Lanciò la moda dei film d'aviazione con Wings (1928; Ali), che ebbe il primo Oscar nel 1929, e chiuse la carriera nel 1958 con Lafayette Escadrille (La squadriglia Lafayette). Artigiano solido, seppe nascondere un'ideologia conformista e talvolta reazionaria sotto un linguaggio sobrio, realistico, attento ai fatti della vita, che lasciò la sua impronta in vari generi: nel gangster-movie con Public Enemy (1931; Nemico pubblico); nel film d'avventura con Call of the Wild (1935; Il richiamo della foresta); nella commedia sofisticata e graffiante con Nothing Sacred (1937; Nulla sul serio) o amara e drammatica con la prima edizione di A Star is Born (1937; È nata una stella); nel film di guerra con The Story of G.I. Joe (1945; I forzati della gloria) e Battle-ground (1949; Bastogne); nel western con Buffalo Bill (1943), Yellow Sky (1948; Cielo giallo), Westward the Women (1950; Donne verso l'ignoto) e Across the Wide Missouri (1951; Il cacciatore del Missouri). Proprio in questo genere aveva consegnato all'inizio il suo capolavoro: The Ox-Bow Incident (1942; Alba fatale), sul linciaggio.