Questo sito contribuisce alla audience di

Werböczy, István

giurista e uomo politico ungherese (Werböcz 1458-Buda 1542). Elevato da M. Corvino ad alte cariche, raggiunse la dignità di Palatinus e finì la sua vita come khadi (giudice degli Ungheresi viventi a Buda sotto dominio turco) e come tale fu fatto avvelenare dal pascià di Buda. Diplomatico e oratore eccellente, deve però la sua fama alle opere giuridiche. Il Decretum maius del 1486 è il primo tentativo ungherese di codificazione. Il Tripartitum opus juris consuetudinarii inclyti regni Hungariae, del 1514, è la prima raccolta “storica” della legislazione ungherese, che rimase in vigore per più di tre secoli nella parte che riguarda il diritto privato e fino alla fine della seconda guerra mondiale nelle sue fondazioni giuspubblicistiche.

Collegamenti