Questo sito contribuisce alla audience di

Werner, Theodor

pittore tedesco (Jettenburg, Tubinga, 1886-Monaco 1969). Verso la fine degli anni Quaranta del XX sec. elaborò un linguaggio personale che affonda le radici nella lezione di P. Cézanne e nelle poetiche del fauvisme, del cubismo, del surrealismo e dell'astrattismo, assimilate da Werner. nel corso di due lunghi soggiorni a Parigi (1909-14; 1930-35). Attivo esponente della rinascita tedesca, Werner fu uno dei maggiori rappresentanti della corrente astratta, con una pittura che associa ai valori cromatici quelli di un elegante e incisivo grafismo (Composizione, 1951, Brescia, collezione privata; pittura murale per la Scuola Superiore di Musica a Berlino, 1954).