Questo sito contribuisce alla audience di

Whistler, James Abbott Mc Neill

pittore statunitense (Lowell, Massachusetts, 1834-Londra 1903). Nel 1855 si stabilì a Parigi, dove frequentò lo studio di C. Gleyre ed ebbe modo di conoscere E. Manet, H. DegasC. Monet, H. Fantin-Latour, restando però influenzato soprattutto dall'opera di G. Courbet. Nel 1859 si trasferì a Londra, dove il suo stile si staccò dai binari del realismo per acquistare una maggior leggerezza di contorni (Al piano, 1859, Cincinnati, Taft Museum). La personalità di Whistler si affermò completamente dopo il 1864; le opere successive a tale data rivelano nel prezioso cromatismo (Notturno in azzurro e oro: il vecchio ponte di Battersea, ca. 1865, Londra, Tate Gallery) e nell'esotismo dei soggetti (Principessa del paese della porcellana, Washington, Freer Gallery of Art) tanto l'influsso delle stampe giapponesi quanto l'ammirazione per gli impressionisti e i simbolisti. Tali caratteri sono particolarmente evidenti nella famosa Stanza del Pavone (1876-77; ora ricostruita nella Freer Gallery di Washington), monumentale decorazione eseguita su parete con stilizzate immagini di pavoni, il cui raffinato decorativismo anticipa le posizioni artistiche dell'Art Nouveau.