Questo sito contribuisce alla audience di

X-43A

primo velivolo dimostratore senza pilota della NASA per ricerche a velocità ipersoniche (superiori a Mach 5). Il prototipo è stato costruito in soli 3 esemplari, uno per ogni volo effettuato. X-43A disponeva di un propulsorescramjet (Supersonic Combustibile Ramjet) in grado di utilizzare per la combustione l'idrogeno immagazzinato nei serbatoi di bordo e l'ossigeno atmosferico anche ad altissime quote e velocità. Per le prove di volo, l'X 43 è stato portato in quota appeso sotto l'ala di un B 52 e, per la prima fase del test, spinto fino a 30.000 m da un razzo vettore Pegasus, per poi proseguire autonomamente. Il prototipo, costruito dalla MicroCraft, era lungo 3,6 m e aveva un'apertura alare di 1,5 metri. Il progetto era stato avviato nel 1996 nell'ambito del programma di ricerca Hyper-X, con l'obiettivo di realizzare aerei capaci di attraversare gli oceani in circa mezz'ora.Nel suo terzo e ultimo volo, effettuato il 16 novembre 2004 sull'oceano Pacifico, al largo della California, l'ipersonico della NASA ha raggiunto Mach 9,8, a 11.000 km/h, quasi 10 volte la velocità del suono. In questo volo, X-43A ha battuto tutti i record di velocità, non solo dei veicoli con motore jet, ma anche quello dell'X15, che era spinto da un razzo e aveva raggiunto Mach 6,7.

Media


Non sono presenti media correlati