Questo sito contribuisce alla audience di

Yalta, Conferènza di-

vertice tenutosi tra il 4 e l'11 febbraio 1945 fra i “tre Grandi” (Stalin, Roosevelt, Churchill), vi furono discussi alcuni grandi problemi relativi all'immediato dopoguerra, quali quello dell'organizzazione delle Nazioni Unite, che a grandi linee era stato elaborato a Dumbarton Oaks nell'ottobre del 1944, e quello dell'occupazione e della spartizione della Germania. Per la Germania fu deciso che dalle zone d'occupazione inglese e americana sarebbe stata ricavata una zona da assegnarsi in occupazione alla Francia che avrebbe, essa pure, fatto parte della “Commissione di controllo interalleata” con diritto di veto. Come frontiera orientale della Polonia venne fissata la cosiddetta Linea Curzon; il governo polacco installato a Lublino dai Sovietici sarebbe stato allargato con l'ammissione di rappresentanti del governo polacco in esilio a Londra; come principio generale fu stabilito che nei Paesi dell'Europa orientale, liberati dai Tedeschi o dai governi fantocci da questi impiantativi, si sarebbero svolte libere elezioni in modo da assicurare il trionfo della democrazia. Infine fu stabilito che dopo la capitolazione della Germania l'Unione Sovietica avrebbe attaccato il Giappone a condizione che fossero ripristinati tutti i diritti che aveva perduto in Estremo Oriente nella guerra del 1905.

Media


Non sono presenti media correlati