Questo sito contribuisce alla audience di

Yamaga, Sokō

filosofo giapponese (1622-1685). È il fondatore di una scuola che considerava il neoconfucianesimo una distorsione del vero pensiero di Confucio, al quale si doveva far ritorno. Secondo la filosofia di Yamaga, il Giappone, e non la Cina, era il centro della cultura, in quanto la dottrina confuciana coincideva con i principi shintoisti, che prima di quella erano stati impartiti ai giapponesi dagli antichi imperatori. Tali idee vennero espresse nel Chūchō jijitsu (Veri fatti sul Regno di Mezzo) e Seikyō yōroku (Essenza del confucianesimo).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti