Questo sito contribuisce alla audience di

Yi Munyol

scrittore sudcoreano (Yongyang, Kyongsang settentrionale, 1948). Aveva solo tre anni quando suo padre fuggì in Corea del Nord, abbandonando la famiglia. Lo scrittore ha vissuto quindi a lungo nel sospetto continuo, quasi impossibilitato a seguire regolari corsi di studio e sorvegliato strettamente dallo speciale organo anticomunista della polizia della Corea del Sud. Affermatosi negli anni Ottanta del XX sec., è divenuto in breve l'autore più letto nel suo Paese, distinguendosi per uno stile forbitissimo che si accoppia a contenuti ispirati al nichilismo e al pessimismo. In particolare, Yi Munyol ha concentrato la sua attenzione sulla ricerca della libertà spesso frustrata e vanificata dall'astratta perversità della burocrazia e dei luoghi comuni istituzionalizzati. Fra le sue numerosissime opere ricordiamo Uridur-ui ilgurojin yongung (Il nostro eroe decaduto), Kumsijo (L'uccello dalle ali d'oro), Hwangje-rul wihayo (Viva l'imperatore!) e Siin (Il poeta). Notevoli anche alcuni suoi romanzi-fiume, come Samguk-chi (Cronache dei Tre Regni), di carattere storico, e Pyon’gyong (Cambiamenti), uno spaccato della società coreana dell'ultimo secolo. Nel 2007 è uscito Un piccolo eroe sbeffeggiato.

Media


Non sono presenti media correlati