Questo sito contribuisce alla audience di

Yoruba

popolazione africana stanziata nella Nigeria sudoccidentale, con nuclei presenti nel Togo e nel Benin, la provenienza e le origini della quale si ascrivono più a un contesto mitico che storico. § Secondo una versione, genti straniere provenienti da NE, gli Yoruba avrebbero nel primo millennio conquistato Ile Ife insediandovisi e fondandovi un regno. Secondo un'altra versione Oduduwa sarebbe stato invece un principe venuto dall'Oriente, il quale stabilitosi a Ife ebbe sette figli, identificabili negli antenati dei sette sovrani Yoruba, e cioè: l'Olowu di Owu, l'Onisabe di Sabe, l'Olupopo di Popo, l'Oba di Benin, il Capo di Ila, l'Alaketu di Ketu e l'Alafin di Oyo. Il primogenito di Oduduwa avrebbe regnato dapprima a Benin e avrebbe fondato poi il regno di Oyo fissandovi la sua sede. Fin dall'inizio Oyo e Benin si organizzarono su solide e complesse strutture politiche dando vita anche a elevate espressioni artistiche. Una seconda invasione si sarebbe verificata all'inizio del nostro millennio. Per quanto la storia degli Yoruba prima del sec. XVIII resti assai lacunosa, sembra accertato che nella prima metà del sec. XVI il regno di Nupe invase e distrusse l'antico regno di Oyo. Quanto al regno di Benin, pare che il suo primo sovrano sia stato, verso il 1300, Eveka I, figlio di Oranmiyan. Benin raggiunse il suo apogeo tra il sec. XV e il XVI, mentre l'impero di Oyo si sviluppò notevolmente tra il sec. XVII e il XIX imponendo la sua autorità fino alla regione Ashanti e al Benin a SW e fino al Niger a NE. Gli Yoruba furono artefici creativi di singolari civiltà urbane che fecero di ogni città una specie di regno autonomo. Dalla seconda metà del sec. XVIII gravi lotte intestine unitamente agli attacchi di nemici esterni come il regno di Abomey e i Fulani, insediatisi a Ilorin, portarono verso il 1840 alla distruzione di Oyo. Le popolazioni superstiti si unirono però subito dopo per fondare il nuovo regno di Oyo intorno a Ibadan, sconfiggendo poi i Fulani di Ilorin e respingendo l'assedio posto nel 1851 ad Abeokuta dal Benin. Della florida e sofisticata civiltà Yoruba furono testimonigli esploratori H. Clapperton e R. Lander che attraversarono il Paese verso il 1830. Al momento della penetrazione inglese l'organizzazione era ancora in piedi e sopravvisse anche quando nel 1893 il governatore inglese di Lagos, Carter, sottoscrisse un trattato a Oyo che poneva in pratica gli Yoruba sotto il protettorato britannico. § Nelle loro manifestazioni artistiche, strettamente connesse a pratiche rituali, gli Yoruba hanno dato vita a una notevole produzione di statuette e maschere lignee; queste ultime, foggiate in uno stile espressivo e dipinte a colori vivaci, sono generalmente emisferiche.

Media


Non sono presenti media correlati