Questo sito contribuisce alla audience di

Yoshida, Shōin

attivista politico e ideologo giapponese (1831-1859). La sua scuola contribuì in larga misura a porre le premesse del movimento detto sonnō jōi (onorate l'imperatore, cacciate i barbari), che tanta parte avrebbe avuto nella caduta dello shogunato e nella restaurazione imperiale (1868). Formatosi secondo i precetti di Yamaga Sokō (teorizzatore del bushidō) e del filosofo cinese Mencio (372-298 a. C.), da quest'ultimo trasse l'idea della legittimità della ribellione contro un governatore indegno, nella fattispecie lo shōgun. Volle compiere un'azione dimostrativa preparando l'assassinio di un emissario dello shōgun, ma venne scoperto e condannato a morte.

Media


Non sono presenti media correlati