Questo sito contribuisce alla audience di

Yunnan

Guarda l'indice

Geografia

Provincia (394.000 km²; 41.440.000 ab. nel 1999; capoluogo Kunming) della Cina meridionale (Regione del SW), confinante a W e a SW con la Birmania, a S con il Laos e il Viet Nam, a E con il Guangxi Zhuang e il Guizhou e a N con il Tibet e lo Szechwan. Il territorio è caratterizzato da un altopiano calcareo paleozoico, elevato in media 1800-2000 m e lambito a N dal corso dello Yangtze Kiang e a S da quello del Fiume Rosso; la sezione nordoccidentale della provincia è interessata dalle estreme propaggini delle catene tibetane, qui allineate in direzione N-S e fortemente incise dai fiumi Yangtze, Mekong e Salween. Le principali risorse della popolazione, costituita per 2/3 da cinesi e 1/3 da minoranze tibeto-birmane, sono l'agricoltura (riso, mais, frumento, tè, barbabietole da zucchero), l'allevamento e lo sfruttamento del sottosuolo (carbone, ferro, stagno, rame, sale), che alimenta le industrie metalmeccaniche, siderurgiche e chimiche, ubicate nel capoluogo e nelle città di Gèjiù, Mengtsz e Kaiyuan.

Storia

Abitato sin dai tempi più antichi da una grande varietà di popolazioni meridionali (Tai, Miao, Lo-lo, Chung-chia, Li, oltre a gruppi birmani e tibetani), nei sec. III e II a. C. fu sede di alcuni piccoli stati tra cui spiccò quello di T'ien, in seguito conquistato e annesso dall'impero Han. Dal sec. VII al XIII si costituì nello Yunnan il potente regno di Nan-chao, vassallo dell'impero cinese. Nel sec. XVII lo Yunnan divenne a tutti gli effetti una regolare provincia dell'impero. Durante la rivolta dei T'ai-p'ing (1849-64) si verificò nello Yunnan una massiccia rivolta delle popolazioni Tai repressa una prima volta nel 1855 dalle truppe mancesi, ma riesplosa ben presto fino a costituire uno stato indipendente (con centro Ta-li), che tentò di passare sotto il protettorato dell'Inghilterra. Ma l'effimera indipendenza ebbe termine nel 1873 a seguito del massiccio intervento delle forze regolari. Nel 1876 lo Yunnan fu attaccato dalle truppe inglesi, che ottennero con la Convenzione di Che-foo (1876) l'accesso allo Yunnan. Nel 1896 il governo mancese soggiacque a pressioni anche della Francia per la costruzione, con capitale francese, di una ferrovia che dal Viet Nam portasse a Kung-min e consentisse lo sfruttamento dei giacimenti minerari della zona: la ferrovia fu ultimata nel 1910. La regione fu occupata dalle forze comuniste nel 1949.

Media


Non sono presenti media correlati