Questo sito contribuisce alla audience di

Zandoméneghi, Federico

pittore italiano (Venezia 1841-Parigi 1917). Si formò a Firenze (1862-66) nell'ambiente dei macchiaioli. In seguito fu influenzato da M. Cammarano che lo indirizzò verso argomenti di carattere sociale; dipinse allora quadri come Gli spazzini di campo San Rocco (1869) e I poveri sui gradini del convento dell'Aracoeli in Roma (1872; Milano, Questura centrale). Dal 1874 alla morte risiedette a Parigi, dove si accostò agli impressionisti e in particolare a Renoir e a Degas; questo lo portò a schiarire la sua tavolozza e a cercare nuove tematiche per i suoi quadri, ispirati a scene di vita parigina (Le moulin de la Galette, 1878; Sul divano, ca. 1895, entrambi a Milano, collezione privata). Nell'attività di Zandomeneghi non mancano alcuni tentativi di accostamento alla pittura divisionista (Signora al balcone, Milano, collezione privata).

Media

Federico Zandomeneghi.