Questo sito contribuisce alla audience di

Zilahy, Lájos

narratore e poeta ungherese (Nagyszalonta 1891-Novi Sad 1975). Ottenne il suo primo grande successo col romanzo I due prigionieri (1927) cui seguirono Qualcosa galleggia sull'acqua (1928), Il disertore (1931), Bastone bianco, su temi derivanti dalla guerra, L'anima si spegne (1932), sul destino degli emigranti. Nel 1948 Z. emigrò negli Stati Uniti dove i suoi ultimi due romanzi furono pubblicati dapprima in lingua inglese: I Dukay (1949) e L'angelo furioso (1955). Intreccio avvincente e grande sensibilità per tutti i temi di attualità caratterizzano i suoi romanzi.

Media


Non sono presenti media correlati