Questo sito contribuisce alla audience di

Zimmermann, Dominikus

architetto, scultore e stuccatore tedesco (Gaispoint 1685-Wies 1766). Membro di una delle molte famiglie bavaresi di artisti, stuccatori, pittori, con un ricco bagaglio tecnico e decorativo, divenne uno dei più importanti esponenti del barocco fiorito in Baviera. Iniziò la sua attività come stuccatore, autore di altari in scagliola colorata (Zimmermann fu tra i più abili artisti tedeschi a usare questa tecnica prettamente italiana), e come marmolierer, cioè modellatore di finti marmi colorati, arricchendo molte chiese e conventi bavaresi delle sue vivaci e fresche decorazioni. Dal 1716 iniziò una notevole attività architettonica, talora in collaborazione col fratello Johann Baptist, rifacendosi alla tradizione nazionale delle Hallenkirchen (chiese a sala), con un esplicito rifiuto del gusto classicista e dei modelli italiani, e accentuando gli elementi locali nella decorazione. Tra le numerose opere si ricordano: la chiesa del convento delle Domenicane di Maria-Mödingen a Dillingen (1716-29); la chiesa di S. Marco a Siessen (1726-33); il santuario di Steinhausen, primo esempio in Germania di Hallenkirche a pianta ellittica (1723-33); e infine il suo capolavoro, il santuario di Wies (1745-54), stupendo esempio di fusione di architettura, scultura e decorazione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti