Questo sito contribuisce alla audience di

accoppiatóre

sm. [da accoppiare].

1) Chi accoppia.

2) Antico magistrato della Repubblica di Firenze addetto alla compilazione degli scrutini per le elezioni alle cariche comunali (sec. XV).

3) In aeronautica, accoppiatore di radiosentiero, dispositivo utilizzato sugli aeroplani per elaborare i dati forniti dal radiosentiero (vedi radioassistenza).

4) Nei trasporti ferroviari e metropolitani, dispositivo che serve a collegare le tubazioni d'aria, elettriche e, nel primo caso, quelle dell'acqua, fra le vetture di un convoglio e fra queste e la motrice. Vi sono accoppiatori multipli che raggruppano, insieme con i precedenti, anche i terminali di trasmissione dei comandi. Accoppiatori automatici, dispositivi elettropneumatici, comandati dalla cabina di manovra, che consentono l'unione degli organi elettrici (luce, riscaldamento, segnale d'allarme, ecc.) e pneumatici (freno, comando apertura-chiusura porte, ecc.) durante l'agganciamento con alcuni sistemi automatici utilizzati nei trasporti ferroviari. Schematicamente sono costituiti da un sistema di connessione a spina orizzontale che stabilisce la continuità elastica dei contatti elettrici e di quelli pneumatici.

5) In elettrotecnica ed elettronica, elemento circuitale o dispositivo che colleghi tra loro circuiti elettrici o utilizzatori all'alimentazione.

6) Nelle telecomunicazioni: A) accoppiatore di antenna, apparato radioelettrico, generalmente un trasformatore ad alta frequenza, impiegato per l'adattamento di impedenza tra l'elemento radiante o captante di un'antenna e lo stadio finale del trasmettitore o, rispettivamente, l'ingresso del radioricevitore. B) Accoppiatore direzionale, dispositivo formato da guide d'onda che consente il passaggio di radioonde solo secondo direzioni e versi prefissati. Poiché il suo inserimento non causa sensibili alterazioni nella trasmissione delle onde, è usato per misurare l'ampiezza delle onde di andata e di ritorno nelle guide d'onda. In questo caso è costituito da una guida d'onda accoppiata alla linea principale mediante due fori. È usato anche come wattmetro ad alta frequenza nei cavi coassiali. C) Accoppiatore acustico, dispositivo che consente di accoppiare terminali dati (DTE) a linee telefoniche, effettuando la conversione del segnale dati in un segnale acustico, atto a essere trasmesso sulla linea. In ricezione, l'accoppiatore effettua l'operazione di trasduzione complementare, convertendo il segnale fonico in un segnale dati offerto al terminale ricevente. D) Accoppiatore ottico od optoelettronico, dispositivo che permette di trasferire il segnale ottico tra una fibra e un'altra. L'accoppiatore è caratterizzato da un'alta velocità di commutazione del segnale e da una ridotta sensibilità alle variazioni di temperatura.

Media


Non sono presenti media correlati