Questo sito contribuisce alla audience di

alvèolo

sm. [sec. XIV; dal latino alveŏlus].

1) Piccola cavità, specialmente con riferimento a organi anatomici: alveoli dentali o dentari, escavazioni dell'osso mascellare e mandibolare nelle quali si impiantano le radici dei denti; alveolo ghiandolare, lo stesso di acino ghiandolare; alveoli laringei, due piccoli diverticoli della cavità della laringe, posti tra le corde vocali; alveoli polmonari, piccolissime cavità della parete delle ultime ramificazioni dell'albero bronchiale, costituite da sottile epitelio e tessuto elastico, fortemente vascolarizzate. Al livello degli alveoli polmonari si realizzano gli scambi gassosi del sangue.

2) Lieve incavo alla superficie di alcuni organi vegetali.

3) Nell'industria tipografica, incisione ottenuta chimicamente sulla superficie di rame dei cilindri di stampa rotocalcografica.

4) Ciascuno degli incavi, in legno o stucco, organizzati a celle d'alveare caratteristici dell'arte araba per la decorazione delle volte. Nell'architettura occidentale indica l'incavo nella muratura aperto per inserirvi una colonna. In oreficeria, l'incavo sulla superficie metallica in cui vengono incastrate pietre preziose.

5) Celletta del favo dove le api depongono il miele.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti