Questo sito contribuisce alla audience di

anàlisi (demografia)

studio di fenomeni demografici osservati nelle popolazioni reali con un apposito apparato concettuale-formale che si avvale anche del linguaggio matematico. In particolare, con l'analisi geostatistica si vogliono rappresentare su una carta geografica le grandezze caratteristiche della distribuzione di un fenomeno sul territorio. Due sono le funzioni caratteristiche: gli assi di concentrazione e la rappresentazione con scale razionali. Gli assi di concentrazione hanno come punto origine il baricentro della distribuzione territoriale del fenomeno, la lunghezza è funzione della variabilità della distribuzione mentre l'orientamento è funzione sia della variabilità secondo gli assi delle ascisse e delle ordinate sia del coefficiente di correlazione tra le coordinate orizzontali e verticali di ciascun punto della distribuzione. Il baricentro ha come coordinate la media aritmetica ponderata delle ascisse e rispettivamente delle ordinate di ciascun punto della distribuzione

dove xe ysono l'ascissa e l'ordinata di ogni punto sul territorio e pi è la popolazione insediata in ciascun centro. Gli assi di concentrazione hanno una lunghezza pari a 2σ2 e a 2σ2 dove σ2 e σ2 sono le varianze orizzontali e verticali. Gli assi hanno un angolo di rotazione ϑ determinato sulla base della formula

dove r è il coefficiente di correlazione. Tale angolo assicura la condizione di minimo della somma del quadrato degli scarti di ciascun punto dalla retta e rispettivamente di massimo del quadrato degli scarti di ciascun punto dalla retta ortogonale alla prima. Le scale razionali consentono una visione immediata su una carta geografica della distribuzione sul territorio di un determinato fenomeno dopo aver ridotto convenzionalmente le unità territoriali e riproporzionato l'ammontare del fenomeno a un valore pari a 100 o una potenza di 10.