Questo sito contribuisce alla audience di

anaplasìa

sf. [dal greco anáplasis, riformazione]. In biologia, reversione di cellule a forma più primitiva e indifferenziata, verificabile in molteplici condizioni spontanee o sperimentali. In particolare, in medicina, perdita della capacità di differenziazione, di organizzazione e funzione normali che si verifica nelle cellule neoplastiche.In caso di cellule tumorali, maggiore è il grado di anaplasia più grave è da considerasi la malattia.

Media


Non sono presenti media correlati