Questo sito contribuisce alla audience di

androginismo

sm. [da androgino]. Presenza di caratteri maschili e femminili in un solo individuo. In particolare, in medicina, lo stesso che androginia. § In funzione religiosa si trova in personaggi mitici a cui è attribuita una natura bisessuale; sta a rappresentare l'eccezionale potenza fornita dall'unione del maschile col femminile (una specie della “coincidenza degli opposti” perseguita da filosofi e alchimisti). Tale potenza è però sentita anche negativamente come potere indistinto, caotico e perciò pericoloso. Un noto esempio di androginismo è dato da Ermafrodito. In azioni rituali l'androginismo può trovare espressione nei costumi liturgici dell'operatore, alludenti alla bisessualità o a caratteri femminili se l'operatore è maschio e maschili se è femmina (vedi travestismo).

Media


Non sono presenti media correlati