Questo sito contribuisce alla audience di

antiaromàtico

agg. [anti-+aromatico]. Detto di composto chimico ciclico contenente doppi legami coniugati il quale, contrariamente ai composti aromatici, subisce una perdita di stabilità (aumento dell'energia totale) in seguito alla disposizione ciclica e alla delocalizzazione degli elettroni di tipo π. In sostanza, i composti antiaromatici risultano molto meno stabili dei corrispondenti composti coniugati non ciclici. Un esempio di composto antiaromatico è il ciclobutadiene, la cui instabilità è tale che esso può essere studiato solamente a temperature molto basse.

Collegamenti