Questo sito contribuisce alla audience di

anticàmera

sf. [sec. XIV; anti-1+camera].

1) Il vano da cui si accede a una camera o su cui si affacciano gli usci delle stanze di un appartamento: “Le anticamere, il cortile e la strada formicolavan di servitori” (Manzoni). In particolare, nelle antiche case signorili, negli uffici di professionisti e nelle sedi di alte autorità, sala d'aspetto collegata a quella di ricevimento: anticamera di un notaio; fig.: fare anticamera, attendere di essere ricevuto; non mi passa per l'anticamera del cervello, non ci penso minimamente.

2) Disus., l'insieme del personale di servizio addetto all'anticamera di una residenza destinata ad alta autorità: anticamera pontificia, ufficio del Palazzo Apostolico comprendente tutte le cariche attinenti al servizio immediato della persona del papa. È composto dal maggiordomo di Sua Santità, dal maestro di camera, dal maestro del Sacro Palazzo Apostolico, dal gran maestro del S. Ospizio, dai camerieri segreti partecipanti e dai camerieri segreti di spada e cappa partecipanti.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti