Questo sito contribuisce alla audience di

anticlinale

agg. e sf. [anti-2+greco klínō, piegare].

1) In geologia, piega nel cui nucleo si trovano i termini più antichi delle serie di strati che hanno subito il piegamento; partendo dal nucleo e andando verso l'esterno si incontreranno quindi strati sempre più recenti . Se la struttura non ha subito rovesciamenti, gli strati si immergono in senso opposto e divergente ai due fianchi dell'anticlinale che presenta quindi una convessità verso l'alto; se invece si è verificato un rovesciamento dell'anticlinale tale da farle presentare la convessità verso il basso, è detta falsa sinclinale. In particolare, teoria delle anticlinali, teoria proposta già nella seconda metà dell'Ottocento per giustificare l'osservazione che sovente i giacimenti petroliferi sono localizzati presso la sommità delle pieghe anticlinali. L'accumulo presso la cerniera delle pieghe sarebbe dovuto alla più intensa fratturazione che avrebbe anche favorito il passaggio degli idrocarburi lungo i piani assiali nella loro migrazione da livelli più profondi.

2) In geomorfologia, valle anticlinale, vedi valle.

3) In botanica, ciascuna delle divisioni cellulari (detta anche anticlino) formanti le pareti divisorie fra le cellule figlie, perpendicolari alla superficie dell'organo. La tunica del fusto è caratterizzata da questo tipo di divisioni.

Media


Non sono presenti media correlati