Questo sito contribuisce alla audience di

apparentaménto

Guarda l'indice

Lessico

sm. [sec. XX; da apparentare].

1) L'apparentarsi.

2) Possibile collegamento tra liste partitiche diverse nei sistemi proporzionali o maggioritari e tra singoli candidati nei sistemi a scrutinio uninominale, al fine di ottenere un maggior numero di seggi.

Storia

Proposto per la prima volta in Belgio nel 1890 e largamente applicato nella legislazione svizzera, fu introdotto in Italia dopo la seconda guerra mondiale, per le elezioni a scrutinio uninominale del Senato (legge 6 febbraio 1948) e dei consigli provinciali (legge 8 marzo 1951) e per le elezioni dei consigli comunali (legge 24 febbraio 1951) e della Camera (legge 31 marzo 1953). In quest'ultimo caso l'apparentamento prevedeva anche un premio di maggioranza con l'assegnazione, al raggruppamento che avesse ottenuto la metà più uno dei voti validi, di un numero di seggi (380 su 589) superiore alla percentuale di voti effettivamente riscossa. Alle elezioni politiche del 1953 la legge che prevedeva tale premio venne però bocciata e fu quindi abrogata.

Media


Non sono presenti media correlati