Questo sito contribuisce alla audience di

apripòrta

sm. inv. [impt. di aprire+porta]. Dispositivo per l'apertura automatica di una porta, anche a distanza, usato in particolare nelle abitazioni, nei garage, box o magazzini, nei veicoli adibiti a servizio pubblico, ecc. Gli apriporta si possono dividere, in relazione alla natura del meccanismo di comando, in meccanici, pneumatici ed elettrici. Gli apriporta meccanici sono solitamente costituiti da una pedana antistante la porta che, abbassandosi sotto l'azione di un peso, libera un nottolino d'arresto, facendo scattare le molle di ritenuta che agiscono sulla porta. Negli apriporta pneumatici, che trovano il loro maggior impiego nei veicoli adibiti a pubblico servizio, il comando è inviato alle porte da aprire contemporaneamente attraverso un circuito pneumatico manovrato dal conducente. Gli apriporta elettrici sono comandati da un elettromagnete cui giunge corrente per la chiusura manuale di un circuito elettrico, o l'azione di una fotocellula, o la manovra di una serratura a combinazione.