Questo sito contribuisce alla audience di

armèno, rito-

complesso degli usi liturgici dei cristiani armeni, la cui origine si fa risalire al sec. III, collegata all'opera del primo evangelizzatore dell'Armenia, San Gregorio l'Illuminatore (sec. IV), oltre che a San Basilio. Nelle cerimonie di culto viene usata la lingua greca e per la celebrazione dell'Eucarestia non si mescola acqua nel vino e viene usato il pane azzimo. Il rito nella sua sostanza proveniva dalla Cappadocia e si era formato ad Antiochia sulla liturgia conservata nelle Costituzioni apostoliche (liturgia di San Giacomo); ha quindi un alto valore storico, perché si richiama direttamente alle prime origini del cristianesimo.