Questo sito contribuisce alla audience di

armònico (lessico)

agg. (pl. m. -ci) [sec. XV; da armonia].

1) Che si riferisce all'armonia, conforme ai principi dell'armonia: un armonico insieme di voci. Fig., armonioso, ben proporzionato: un complesso armonico con tutto ciò che lo circonda; i suoi gesti erano cadenzati e armonici.

2) Che genera armonia: cassa armonica, sinonimo di cassa di risonanza.

3) In matematica, analisi armonica o anche analisi di Fourier, scomposizione di funzioni periodiche in somme di termini di tipo sinusoidale; analogamente sintesi armonica è la costruzione di funzioni periodiche a partire da funzioni di tipo sinusoidale. Per progressione armonica, campo armonico, funzione armonica ecc. vedi armonico (matematica).

4) In acustica, suoni armonici, o semplicemente armonici o armoniche o suoni puri, sono suoni costituiti da una sola grandezza armonica, in contrapposizione a suoni complessi, costituiti da più componenti che nel loro insieme determinano il peculiare colore del suono, cioè il suo timbro. I suoni armonici hanno un'importanza fondamentale nella teoria musicale come fondamento del concetto di accordo e nella tecnica costruttiva degli strumenti ad arco e a fiato (vedi suono). Durante la registrazione, trasduzione, riproduzione dei suoni, i suoni puri possono trasformarsi in suoni complessi a causa di difetti nelle apparecchiature; si dice, allora, che si ha distorsione armonica.

5) In meccanica, moto armonico è il moto di un punto materiale sottoposto a una forza elastica di richiamo F proporzionale allo spostamento x del punto di massa m dalla sua posizione di equilibrio: F=kx, in cui k è la costante di proporzionalità. Da un punto di vista puramente cinematico, si può definire il moto armonico come il moto, sul diametro di una circonferenza, di un punto P´ che costituisce la proiezione di un punto P che si muove di moto circolare uniforme sulla circonferenza stessa; è quindi un moto rettilineo, non uniforme, periodico. Corrispondentemente, si dice oscillatore armonico un sistema meccanico a un grado di libertà la cui legge di moto è assimilabile a quella di un moto armonico. Per estensione, l'espressione oscillatore armonico è usata in fisica teorica per indicare il corrispondente sistema quantizzato.

6) In metallurgia, acciaio armonico, particolare tipo di acciaio per molle caratterizzato da elevatissimo limite di snervamento. Ha composizione media (carbonio 0,80-0,85%; silicio 0,2-0,4%; manganese 0,15-0,20%) e viene sottoposto al trattamento termico di bonifica isotermica (patentamento) prima di essere trafilato a freddo. L'acciaio armonico viene utilizzato specialmente per corde di strumenti musicali, in particolare pianoforti, tenditori e altre applicazioni per le quali siano richieste elevate doti di resistenza a trazione.

Media


Non sono presenti media correlati