Questo sito contribuisce alla audience di

arte degenerata

locuzione (che traduce quella tedesca entartete Kunst)con la quale il regime nazista definì l'arte moderna, scatenandole contro una sistematica persecuzione. Quest'ultima, iniziata fin dal 1923, culminò nel 1937 con la “Mostra dell'arte degenerata” di Monaco, in cui figuravano, tra l'altro, opere dei maggiori rappresentanti dell'espressionismo (Nolde, Kirchner, Müller, Schmidt-Rottluff, ecc.) e della Nuova Oggettività (Dix, Beckmann, Grosz, ecc.). Queste opere, assieme a molte altre, anche di artisti stranieri, furono l'anno seguente vendute all'asta in Svizzera, altre ancora furono bruciate.