Questo sito contribuisce alla audience di

asebìa

sf. [dal greco asébeia, empietà]. Nell'antica Grecia, ogni tipo di trasgressione al rispetto dovuto agli dei e all'osservanza delle leggi. Delitti di asebia erano considerati l'ateismo, lo scetticismo in religione, l'irrisione per le divinità e i culti, l'introduzione di credenze o culti non ammessi dallo Stato, la stregoneria, l'incesto, il mancato seppellimento dei morti. I colpevoli di asebia erano punibili con la morte o l'esilio perpetuo o la multa, secondo la gravità del delitto.

Media


Non sono presenti media correlati