Questo sito contribuisce alla audience di

aspiratóre

sm. [da aspirare].

1) Apparecchio che aspira l'aria inquinata dall'interno di un ambiente e la scarica all'esterno. Nelle applicazioni industriali costituisce l'elemento fondamentale dell'impianto di aspirazione. In locali domestici, o comunque aventi limitata cubatura, si riduce a un aeratore o a una ventola, applicati a muro o a una finestra con la funzione di creare una depressione nel locale e provocare così l'aspirazione dell'atmosfera inquinata. Talvolta sono provvisti di una grata filtrante; possono essere usati come ventilatori invertendo la rotazione del motore.

2) Negli impianti idraulici, tubazione di presa facente capo a un dispositivo in depressione. È la presa di una pompa, la parte aspirante di uno scaricatore a sifone e anche lo scarico di una turbina, per il quale è più propria la denominazione diffusore.

3) Negli impianti di condensazione dei vapori il tubo barometrico che evacua l'acqua calda dal condensatore, mantenendo in esso il necessario grado di vuoto.

4) In chirurgia, apparecchio elettrico impiegato per rimuovere liquidi patologici (ascessi, versamenti) o gas da una cavità del corpo. Tra i più noti aspiratori è l'aspiratore di Dieulafoy, formato da un cilindro di vetro, munito di pistone, a due aperture, una per un ago speciale (detto trequarti) e la cannula relativa per il prelievo, l'altra per la fuoruscita del materiale prelevato.

Collegamenti

. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->