Questo sito contribuisce alla audience di

assicurazióne (alpinismo)

in alpinismo l'assicurazione consiste nel disporre la corda in modo che la caduta di chi esegue il movimento in parete possa essere frenata e non trascini nel vuoto l'intera cordata. Chi attua l'assicurazione deve assumere una posizione atta a resistere alle sollecitazioni provocate dalla caduta di un compagno ed essere a sua volta saldamente assicurato (autoassicurazione) per mezzo di una fune ancorata mediante moschettone a un chiodo o fissata a uno spuntone di roccia. La tecnica fondamentale di assicurazione reciproca è detta assicurazione a spalla e richiede che la corda passi sotto un'ascella e, in diagonale attraverso la schiena, sulla spalla opposta. L'assicurazione a spalla si esegue, a seconda delle circostanze, “fianco al vuoto” (in tal caso la parte in tensione della corda deve passare sotto l'ascella verso valle), “fronte alla parete” e “fronte al vuoto”. Se l'assicurazione è effettuata col solo ausilio della corda, usata con la tecnica a spalla, dicesi diretta; si dice indiretta quando tra chi esegue il movimento in parete e chi fa l'assicurazione vengono interposti punti di assicurazione utilizzando spuntoni di roccia o chiodi.

Collegamenti