Questo sito contribuisce alla audience di

attivo

agg. [sec. XIII; dal latino actīvus, da actus, pp. di agĕre, fare].

1) Di persona, che agisce, capace di agire; operoso, laborioso: una ragazza assai attiva; “Questa picciola stella si correda / di buoni spirti che son stati attivi” (Dante). Di cose, che costituisce il campo in cui si esercita l'azione pratica dell'uomo o che ne risulta il prodotto: vita attiva, tutta volta all'azione (opposta alla vita contemplativa) oppure, in senso più corrente, dedita a occupazioni dinamiche che impegnano continuamente le facoltà fisiche (opposta alla vita sedentaria); prendere parte attiva a un'impresa, parteciparvi di persona, svolgendo una funzione essenziale; servizio attivo, condizione del dipendente che presta una normale attività lavorativa. In senso più specifico si dice di chi compie l'azione (opposto a chi la subisce); in particolare, di chi, nei rapporti omosessuali, esercita la funzione del maschio. Per estensione, di organi, dispositivi, fenomeni naturali, ecc., in attività, in funzione, in opera: vulcano attivo; è riuscito a superare la fase attiva della malattia; questo farmaco non è più attivo.

2) Lett., che stimola ad agire, che determina l'azione; operativo, creativo: lo spingeva un'energia attiva; virtù attiva, che dirige la vita pratica, dando le regole etiche sul modo di comportarsi.

3) In grammatica, opposto a passivo, denota il sistema di forme in cui il soggetto è l'agente dell'azione espressa dal verbo. Tutti i verbi, transitivi e intransitivi, hanno la forma attiva, ma solo i transitivi ammettono anche quella passiva.

4) In chimica e in fisica, sono dette sostanze otticamente attive le sostanze dotate di attività ottica. In chimica è anche sinonimo di attivato: per esempio carbone attivo.

5) In elettrotecnica, potenza attiva, valore medio della potenza istantanea di un circuito a corrente alternata, di valore P=VIcosφ dove V e I sono i valori efficaci della tensione e della corrente e cosφ il fattore di potenza; corrente attiva, componente della corrente in fase con la tensione; elemento attivo di un circuito, elemento nel quale si genera una forza elettromotrice.

6) Di azienda in cui le rendite lasciano un margine di utile ai gestori, dopo aver coperto le spese: voci attive di un bilancio, le entrate. Come sm., l'insieme delle disponibilità finanziarie di un'azienda in un dato momento; anche il settore di un inventario o bilancio in cui vengono registrate le attive: iscrivere, notare all'attivo. La legge italiana prescrive che nel bilancio delle società per azioni le voci costituenti l'attivo siano indicate distintamente nel loro importo complessivo, unitamente ai criteri di valutazione degli elementi dell'attivo e compreso il valore di avviamento dell'azienda. Loc. fig.: segnare all'attivo, valutare come proprio vantaggio, attribuire a lode.

7) In demografia, popolazione attiva, l'insieme dei censiti di oltre 10 anni di età in condizione professionale e di oltre 14 anni in cerca di prima occupazione. La popolazione attiva in condizione professionale è costituita da coloro che esercitano una professione, arte o mestiere, dai disoccupati e da coloro che sono temporaneamente impediti di esercitare una precedente attività (militari di leva, persone ricoverate temporaneamente in luoghi di cura, ecc.). Si dice invece popolazione non attiva l'insieme dei censiti in condizione non professionale (studenti, casalinghe, benestanti, inabili, ecc.) e dei censiti in età inferiore ai 14 anni non compresi nella popolazione attiva.

8) Come sm., l'insieme dei membri responsabili di una associazione politica, sindacale o simili.

Collegamenti