Questo sito contribuisce alla audience di

autòctono

Guarda l'indice

Lessico

agg. e sm. [sec. XIX; dal greco autóchthōn-onos, da autós, stesso+ chthōn, terra]. Nato dalla terra stessa in cui vive, come anticamente si credeva di un popolo stanziato in un luogo da epoca remota. Per estensione, nativo del luogo in cui vive, indigeno; proprio del Paese, locale: popolazione autoctona; folclore autoctono; “È una poesia autoctona: senza tradizioni, senza scuole: sorta qui” (Panzini).

Geologia

Unità tettonica che si trova nel luogo in cui si è formata e che non ha quindi subito traslazioni sensibili, soprattutto di tipo orizzontale; può essere formata da rocce eruttive, sedimentarie e metamorfiche. Il concetto di autoctono può essere ristretto qualora sia possibile porlo in relazione al corrispondente alloctono: un'unità tettonica può essere autoctona rispetto a una sovrastante coltre alloctona, ma rispetto al suo substrato risultare anch'essa alloctona per aver subito precedentemente trasporti tettonici. I terreni depostisi in un bacino su coltri alloctone successivamente alla loro dislocazione sono detti neoautoctoni.

Pedologia

Suolo autoctono, suolo la cui componente inorganica è costituita da materiali risultanti dall'alterazione della sottostante roccia madre.

Collegamenti