Questo sito contribuisce alla audience di

auxìnico

Guarda l'indice

Definizione

agg. e sm. (pl. m. -ci) [da auxina]. Composto chimico di sintesi che agisce sulle piante con effetti simili a quelli delle auxine naturali; rientra nei fitoregolatori. In agricoltura, viene chiamato trattamento auxinico la somministrazione alle piante di auxina oppure di sostanze auxiniche di sintesi.

Zootecnia

Gli auxinici comprendono una serie di sostanze in grado di stimolare favorevolmente la crescita degli animali ai quali vengono somministrate, e di permettere così migliori rese produttive. In questo gruppo rientrano sostanze il cui uso è vietato, quali gli ormoni anabolizzanti e i beta agonisti e sostanze il cui impiego è autorizzato dalla legge n. 399 dell'8 marzo 1968. Tra queste ultime hanno particolare importanza gli antibiotici che, somministrati con l'alimento a dosaggi molto bassi, sembrano modulare e indirizzare la flora microbica intestinale verso un migliore utilizzo dei principi alimentari, favorendo così la crescita dell'animale. L'impiego di tali sostanze deve sottostare a precise norme stabilite dalla legge sopra citata, onde evitare che loro residui possano permanere nelle carni degli animali trattati e quindi giungere al consumatore.