Questo sito contribuisce alla audience di

avidità

sf. [sec. XIII; dal latino avidítas-ātis]. L'essere avido; brama, ingordigia: mangiare con avidità, l'avidità del guadagno lo faceva lavorare smoderatamente. § In immunologia, esprime in modo semiquantitativo la capacità di un antisiero di esercitare alcune funzioni biologiche, come l'agglutinazione e la neutralizzazione virale, conseguenti al suo legame con antigeni macromolecolari. Dipende dall'affinità dei diversi anticorpi presenti, dalla disposizione dei determinanti antigenici e dalle condizioni fisico-chimiche del terreno.