Questo sito contribuisce alla audience di

avitaminòsi

Guarda l'indice

Descrizione generale

Sf. [da a- privativo+vitamina+-osi]. In medicina, stato morboso prodotto dalla carenza totale o parziale (ipovitaminosi) di vitamine nell'organismo. Tra i fattori responsabili di carenze vitaminiche vanno ricordati l'insufficiente apporto alimentare e il malassorbimento o alterazioni metaboliche. Queste ultime sono determinate a loro volta da: modificazioni funzionali, secretorie o motorie dell'intestino tenue; lesioni intestinali acute o croniche che comportino lo sviluppo di una microflora batterica patologica capace di alterare l'assorbimento delle vitamine; achilia, con ridotto assorbimento di talune vitamine (C e B1); resezioni gastriche con conseguente alterata assimilazione di vitamine del gruppo B; affezioni morbose del parenchima epatico, con modificazioni del metabolismo di alcune vitamine (B1, PP, A); alterazioni del ricambio proteico, lipidico e glicidico; esagerata eliminazione intestinale o urinaria delle vitamine; fenomeni di antagonismo fra singole vitamine (per esempio, una massiva introduzione di vitamina B2 nell'organismo induce un aumento dell'eliminazione urinaria non solo di questa vitamina ma anche della vitamina B1); azione di farmaci o spesso antagonismo fra vitamine e farmaci strutturalmente analoghi (vedi antivitamina). Spesso lo stato normovitaminico o carenziale può essere evidenziato attraverso l'analisi del contenuto plasmatico e urinario della vitamina in questione, effettuata prima e dopo l'esecuzione di prove di carico.

Patologie

Ipo- o A: i sintomi principali riguardano la cute (disidratazione, corneificazione, desquamazione e pigmentazione), le mucose delle vie respiratorie, dell'apparato digerente, di quello urogenitale e l'occhio con cheratomalacia, xeroftalmia, cecità crepuscolare e notturna, ridotta capacità di adattamento al buio con accresciuto rischio di abbagliamento eccetera. § Ipo- o D: il principale quadro clinico è rappresentato dal rachitismo, caratterizzato da turbe metaboliche del calcio e del fosforo con alterazione della calcificazione a livello epidiafisario e rammollimento, specialmente a carico delle ossa lunghe. Nel bambino risultano prevalentemente colpite le ossa del cranio, entro i primi sei mesi di vita, le ossa del torace entro l'anno e gli arti entro i primi due anni. § Ipo- o E: i sintomi carenziali riguardano gli organi riproduttivi, l'apparato muscolare, il tessuto connettivale e il fegato. Negli animali da esperimento la carenza di vitamina E provoca aborto e sterilità nella femmina e gravi alterazioni testicolari nel maschio. § Ipo- o K: il quadro clinico è caratterizzato da ritardi dello sviluppo, gravi emorragie a livello del tessuto sottocutaneo, dei muscoli, dell'intestino e di altri organi. § Ipo- o B: la mancanza di tale vitamina nella dieta provoca la comparsa di una malattia assai grave, il beri-beri, che porta tra l'altro alterazioni metaboliche a livello muscolare e gravi lesioni miocardiche. Forme relativamente frequenti di carenza di vitamina B1 sono contraddistinte da cefalea, astenia, ipotermia, sudorazione abbondante, parestesie. Nel bambino il quadro di questa avitaminosi è caratterizzato da inappetenza, colite, vomito, diarrea, ritardo dello svuotamento gastrico, edemi. § Ipo- o B: determina una sintomatologia polimorfa che riguarda l'apparato visivo (facile affaticamento, diminuzione dell'acuità visiva, lacrimazione spontanea, opacità corneale, vascolarizzazione della cornea), la cute e le mucose (lesioni alle labbra, stomatiti eccetera). § Ipo- o B : nell'uomo i sintomi sono molto eterogenei e comprendono accessi epilettiformi, neuriti localizzate prevalentemente alle estremità inferiori, alterazioni cutanee di tipo seborroico, insorgenza di un'anemia megaloblastica ipercromica. Ipo- o PP: i tipici effetti si osservano nella pellagra, che insorge con sintomi a carico dell'apparato digerente e della cute. § Ipo- o B : induce alterazioni del ricambio, manifestazioni morbose a carico dei reni e dei surreni, astenia, inappetenza, stipsi. Ipo- o B: il quadro carenziale è soprattutto caratterizzato dalla comparsa dell'anemia perniciosa; figurano anche glossite, psicosi e alterazioni degenerative del sistema nervoso periferico e centrale. § Ipo- o C: il quadro classico è rappresentato dallo scorbuto, che comporta arresto dello sviluppo, fragilità dei denti e delle ossa, emorragie, edemi, dolorabilità, ipertrofia della corteccia surrenale. Stati di avitaminosi C, con affezioni gastrointestinali, neurodepressione, rapido affaticamento, inappetenza, anemia sono abbastanza frequenti; nei bambini è caratteristico il ritardo della crescita. § Ipo- o P: è caratterizzata da alterazioni della permeabilità vasale e soprattutto capillare, da edemi, riduzione delle resistenze vascolari eccetera.