Questo sito contribuisce alla audience di

avogadóre o avvogadóre o avvocatóre

sm. [sec. XVI; dal veneziano avogadór, che risale al latino advocātor, chi chiama a sé]. Nella Repubblica Veneta, l'avvocato difensore del fisco in materia civile e penale. Creato sotto il dogato di Sebastiano Ziani (1172-78), si trasformò più tardi in giudice d'appello e acquistò una sempre maggiore influenza anche sull'esecutivo. In numero di tre ed eletti per sei mesi, gli avogadori controllavano l'applicazione dei diritti costituzionali, l'attività giudiziaria, registravano i nobili nel Libro d'Oro, assistevano alle sedute deliberative del Maggior Consiglio e del Senato. La loro decadenza iniziò con l'ascesa del Consiglio dei Dieci, nella prima metà del sec. XIV.

Collegamenti