Questo sito contribuisce alla audience di

bàglio

sm. [dal latino baiŭlus, portatore, in latino medievale palo della vite]. Elemento della struttura dello scafo di una nave costituito da una trave disposta in un piano trasversale (piano del baglio) . I bagli, sistemati in successione ordinata secondo l'asse longitudinale della nave, si estendono da una banda all'altra, allo scopo di collegare le strutture dei due fianchi, sostenere i ponti, ecc.; si interrompono solo in corrispondenza di grandi aperture orizzontali come boccaporti, ecc.; ciascuna delle due parti in cui ogni baglio viene in tal modo a dividersi è chiamata mezzo-baglio. Si chiama baglio maestro della nave quello che fra tutti ha la maggiore lunghezza. In genere, il profilo superiore del baglio segue un arco di parabola, che ha la concavità rivolta verso il basso; si dice linea retta del baglio quella passante per due punti (A e B) in cui tale parabola incontra la superficie interna del fasciame del fianco. La freccia dell'arco AB, chiamata bolzone, è, per il baglio maestro, pari a ca. il 2÷3% della lunghezza dello stesso. Negli scafi in legno, il baglio ha sezione quadrata o rettangolare, in quelli d'acciaio è costituito da profilati di varia sezione. I bagli sono sistemati generalmente in corrispondenza delle costole, a ogni ossatura o a ossature alterne. Talvolta la struttura dello scafo è priva di bagli, in quanto sono presenti elementi resistenti che ne sostituiscono la funzione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti